ARC
Architettura, Ricerca, Conservazione
Scala nella piazza di Polpenazze
Immagini di cantiere
  • 19998Totale visitatori:

NUOVI SISTEMI DI ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE DI MANUTENZIONE: IL «VERTICICLO1»

È ormai opinione diffusa che fare manutenzione sia una pratica virtuosa la cui messa in atto
è auspicabile; tuttavia trova notevoli difficoltà operative a causa di un ostacolo che sembra
insormontabile: il costo delle opere provvisionali.
Nel seguente contributo si vuole presentare un caso concreto, volto a sfatare questo «luogo
comune» che ostacola in modo decisivo e apparentemente insuperabile la possibilità di fare
manutenzione. Attraverso un finanziamento della Fondazione Cariplo volto alla diffusione
di tecnologie innovative si è promossa un’esperienza, ancora in corso di attuazione (2009-
2012), riguardante il progetto e l’esecuzione di opere di manutenzione ad alcuni castelli situati
lungo la sponda bresciana del lago di Garda. Da una serie di indagini riguardanti le
problematiche conservative è emerso che lo stato di conservazione dei castelli studiati non
era tale da determinare il rischio di perdita, anche parziale, della struttura o dei materiali
costituitivi. La gravità complessiva dei degradi rilevati e il grado di urgenza di intervento
sono stati classificati di tipo basso o medio all’interno del programma SIRCop, fornito dalla
Regione Lombardia. Le tipologie di danneggiamento presenti non compromettono la conservazione
globale dell’architettura e riguardano principalmente quattro forme di degrado:
presenza di vegetazione ruderale, consunzione dei giunti, disgregazione della copertina

SCARICA IL PDF

bressanone 2011 completo B+V+L evid